Valutazione:
scetticopotrebbe esserenon so che pensareè la strada giustaE' certo (No Ratings Yet)
Loading...

News dal mondo

Disinformazione della stampa ufficiale sugli interventi in Siria: le prove

0 90

Da quando sono iniziate le operazioni aeree della Russia in Siria, le tv occidentali hanno mostrato immagini di catastrofi contro i civili, passandole come “prova” del terrore che la Russia stava seminando nello Stato Islamico. Tuttavia, la verità è ben diversa.

Ashton Carter, segretario della difesa degli Stati Uniti, ha affermato alla CNN che gli attacchi russi erano contro gli oppositori siriani, colpendo le aree dove risiedevano i ribelli moderati. “Voglio essere cauto con il confermare questa informazione, ma sembra che al momento degli attacchi non ci fossero componenti dello Stato Islamico”, ha dichiarato.

 

La foto Falsa

Dopo essersi conclusi i primi attacchi russi contro i terroristi, in rete è apparsa una foto che mostrava un gruppo di civili scappare dalle esplosioni. L’immagine datata il 30 settembre, in realtà è del 4 novembre 2012.

Ma non è l’unico caso. Su twitter circolava una foto di un siriano che metteva in salvo una bimba ferita. La descrizione della foto, diceva che la bimba era morta in seguito ad un attacco Russo nella città di Homs, dove risultarono esserci 33 vittime. Però, questa foto già era apparsa su twitter 5 giorni prima che iniziassero le operazioni russe.

Inoltre, sia il periodico britannico “The Telegraph”, sia la CBSNews, hanno dato come morto per opera dei russi, il capitano dell’opposizione moderata al-Deek, il quale invece era stato da tempo catturato dai terroristi dell’ISIS.

Siete ancora convinti all’affidabilità della stampa di regime che fa disinformazione?

Sei social? Dimostralo!
fb-share-icon0
Tweet 20

Commenti

commenti

Post correlati

About the author / 

Mystery News

Appassionati del mistero, scienza e argomenti poco comuni, vogliamo informare su questi fenomeni che accadono quotidianamente nel mondo.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Seguici su facebook!

Iscriviti alla newsletter!

Inserisci una email valida

Commenti recenti

Ultimissime

  • L’INPS è stata colpita da un attacco Hacker? Non proprio!

    In questo periodo complicato dovuto all’emergenza coronavirus covid-19, molte notizie ci arrivano frammentate, disordinate e spesso in contrapposizione le une con le altre. Chiaramente, è necessario avere molto spirito critico e cercare di filtrare al meglio in questa giungla di informazioni. A causa del covid-19 molte attività sono state costrette a chiudere, molta gente è…

  • misterioso segnale dallo spazio

    Intercettati misteriosi segnali da galassie lontane: non si esclude l’ipotesi aliena

    Quante volte avremo sognato di svegliarci una mattina, accendere la tv e sentire tutti i principali media parlare di una comunicazione di origine aliena? Non so voi, ma io questa scena nella mia testa l’ho immaginata più e più volte ma purtroppo non è ancora accaduta. Tuttavia, qualcosa di interessante si è verificato. Sono stati…

  • Bob Lazar

    Bob Lazar, raid dell’FBI in casa dell’ex dipendente dell’Area 51

    Chiunque sia appassionato di ufologia e abbia seguito un minimo gli eventi principali che hanno contraddistinto questo campo, non potrà non ricordarsi di Bob Lazar. All’inizio degli anni ’90, quest’uomo fece delle eclatanti dichiarazioni. Lazar avrebbe lavorato per un periodo all’interno dell’Area 51 a operazioni di “retroingegneria”. In pratica il suo compito era quello di…

  • misterioso segnale dallo spazio

    NASA: non troviamo gli alieni perché stiamo sbagliando a leggere gli indizi

    Spesso e volentieri chi sostiene la teoria aliena, primo o poi si trova a dover affrontare gente che è totalmente estranea a questo tema. A tutti noi è capitato quell’amico, quel parente, quel conoscente, consapevole del nostro interesse che ci dice: “No vabbè, io non è che sono un fanatico del tema (!?!?!!) ma secondo…